La Camera del lavoro di Merate è realtà. Camusso: “Importante radicarsi sul territorio”

La sede di Merate ora è realtà. È andata in scena nel pomeriggio di sabato l’inaugurazione della nuova Camera del lavoro, situata a Robbiate in via Piave, proprio sul confine con la cittadina brianzola. Aperta al pubblico da un mese, è a tutti gli effetti un punto di riferimento.

“La struttura è frutto di un lavoro iniziato due anni fa, quando decidemmo di acquistare una nuova sede – racconta Wolfango Pirelli, segretario generale della Cgil di Lecco -. Ricordo un nome per tutti: Mario Castelli, segretario della lega dello Spi recentemente scomparso, che più di tutti avrebbe voluto vederla. La sede è importante per il territorio e ha visto il contributo di tutte le categorie”. Il ringraziamento di Pirelli va a tutti gli iscritti che hanno lavorato per il nuovo edificio, a partire dal segretario organizzativo Diego Riva e dalla compagna di segreteria Francesca Seghezzi.

“Non è una sede come le altre ma una vera Camera del lavoro con una presenza permanente dell’organizzazione, rappresentata da Annalia Farina – prosegue -. Puntiamo sul territorio, decentrando la presenza del sindacato. Merate è una zona periferica, ma noi vogliamo valorizzare anche le aree più lontane da Lecco”.

Ospite illustre la segretaria generale nazionale Susanna Camusso, intervenuta a tagliare il nastro insieme alla segretaria generale regionale Elena Lattuada. “L’apertura di una sede è un investimento per la Cgil ed è molto importante radicarsi nel territorio – afferma Camusso -. Questo è un modo per tutelare il lavoro e dare più servizi ai cittadini. Il nostro obiettivo è continuare a organizzare lavoratori e lavoratrici e, ovviamente, a difenderli”.

Tutte le foto sulla pagina Facebook ufficiale della Cgil di Lecco

 

 

Condividi!