Fiom, duecento delegati all’attivo seminariale sulla sanità integrativa

Giornata di formazione alla Fiom Cgil di Lecco. Martedì i delegati del settore metalmeccanico hanno partecipato a un seminario sulla sanità integrativa nel salone Giuseppe Di Vittorio della Camera del lavoro lecchese. Al mattino sono intervenute Emanuela Carratu, funzionaria di Metasalute, e Rosita Galdiero, referente del fondo per la Fiom nazionale. Nel pomeriggio è toccato a Fausto Dacio, vicepresidente di Ebm Salute, e Massimo Galipo, direttore, Matteo Galloni di Unisalute, oltre a Michela Spera della Fiom nazionale.

Sono stati circa duecento i lavoratori metalmeccanici che hanno partecipato al seminario, il cui scopo è dare maggiore comprensione e conoscenza riguardo la funzione e il funzionamento dei due rispettivi fondi. “Abbiamo scelto di organizzare il corso per fornire maggiori strumenti di conoscenza ai nostri delegati – afferma il segretario generale della Fiom Cgil Lecco Maurizio Oreggia –. In questo modo hanno potuto conoscere meglio le caratteristiche dei fondi, anche sottoponendo domande su casi specifici ai dirigenti di Metasalute ed Ebm Salute. Stiamo parlando di argomenti molto importanti, come la sanità, tenendo al contempo presente la natura contrattuale degli stessi, volta a ridistribuire risorse economiche ai lavoratori e ai loro familiari. Ciò che i delegati hanno appreso in questa giornata diventa patrimonio di tutti i colleghi di lavoro”.

Al fine di rafforzare e divulgare le possibilità e le prestazioni dei fondi, la Fiom lecchese ha attivato uno sportello gestito dal funzionario Ivan Martorano. Il lunedì a Oggiono, negli uffici di via del Lazzaretto, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 18.30. Il mercoledì nel Meratese, nella Camera del lavoro di via Piave 1 a Robbiate, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 18.30. A Lecco, in via Besonda inferiore, il giovedì (dalle 17 alle 18.30) e il venerdì (dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30).

 

 

Condividi!