Fiom, Finder Pompe: sottoscritto accordo di cassa integrazione

In data 1 AGOSTO 2019, dopo 8 ore di sciopero, un incontro saltato, un incontro con rinvio in Regione Lombardia, si è svolto l’incontro programmato e concordato tra le parti presso Confindustria Lecco, dove a fronte di un confronto iniziato alle ore 9.30 e terminato alle 17, si sono affrontate le criticità relative alla procedura di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria e al piano di risanamento che la Direzione Aturia ha denunciato negli incontri precedenti. È stato sottoscritto tra le parti l’accordo sindacale per il ricorso alla CIGS per crisi aziendale che interesserà un numero massimo di 91 dipendenti, pari all’intero organico aziendale aventi diritto all’armotizzatore, della durata di 12 mesi, con partenza dal 5 agosto 2019 e il pagamento anticipato della CIGS da parte dell’azienda ,così come richiesto dai sindacati.

Durante il periodo di CIGS sono previste misure per la gestione delle eccedenze di personale , volte a gestire positivamente le problematiche occupazionali con: mobilità interna, outplacement e pensionamento volontario anticipato. Le parti nel mese di Settembre si incontreranno per entrare nel merito della discussione sul piano di risanamento annunciato dall’azienda, con successive verifiche trimestrali.

A decorrere dal mese di settembre è anche previsto il trasferimento di circa 60 lavoratori dalla sede di Merate (LC) a Gessate (MI). Oggi, 2 agosto presso Regione Lombardia si è concluso l’esame congiunto e pertanto è stata esperita e conclusa con la sottoscrizione delle parti
coinvolte la consultazione sindacale.

Nel pomeriggio si è svolta l’assemblea sindacale coi lavoratori,dove è stato spiegato nel merito il risultato raggiunto, e il percorso che proseguirà da settembre in poi.

Fiom Cgil Lecco
Fim Cisl Monza Brianza Lecco
Rsu

 

 

Condividi!