Iniziative > iniziative

In Treno per la memoria 2015 dal 19 marzo al 23 marzo

19.01.2015

La libertà e la dignità di tutte le persone e la solidarietà tra uomini e donne di diversa provenienza culturale e di differente condizione sociale sono, per le Organizzazioni Sindacali CGIL e CISL, valori fondanti del proprio essere e del proprio agire.

Il “giorno della memoria” rappresenta il nostro impegno per costruire continuamente e mantenere sempre viva la consapevolezza di questi valori, interrogandoci su “ciò che è stato”, sui motivi che hanno consentito il prevalere di sentimenti di rifiuto dell’umanità e di comportamenti di prevaricazione e atrocità verso il prossimo, sui principi che hanno permesso a uomini giusti di resistere, in quel tempo, alla perversione del senso comune e del conformismo, sulla responsabilità che un atteggiamento di passività e indifferenza porta con sé verso il pericolo minaccioso che tutto ciò possa ripetersi.

Auschwitz è una pagina cruciale nella complessa storia della costruzione dell’identità europea; riguarda tutti noi e ci riguarda ancora oggi. Auschwitz ci racconta di un’incomprensibile esperienza che vede il male assoluto scaturire dal cuore stesso della civiltà, al centro di un’Europa orgogliosa degli sviluppi della tecnica, della scienza e della razionalità. Come può accadere che una democrazia si rovesci nel suo opposto, in un regime totalitario?

Così concepita, come vuole il nostro progetto In Treno per la memoria, la memoria si volge al futuro e si consegna, soprattutto, alle giovani generazioni chiedendo loro di rivisitare la propria storia e la propria realtà, quella che si vive e quella che si è ereditata. La memoria deve acquisire un valore pragmatico, deve servire per fare qualcosa, per nutrire le radici di un modello di convivenza pacifico e solidale tra gli uomini e le popolazioni, per prevenire e combattere quelle tendenze che hanno originato condizioni di negazione della libertà in cui i diritti umani sono stati sacrificati.

Per CGIL e CISL il “giorno della memoria” rappresenta l’opportunità per riflettere sul valore e la dignità del lavoro, sul ruolo del lavoro per la costruzione di un progetto di libertà personale, collettivo e sociale e sul pericolo della sua alienazione raffigurata nel lavoro coatto degli operai deportati nei campi di sterminio in seguito agli scioperi che chiedevano pace e libertà.

Il progetto In Treno per la memoria si esprime nella costruzione di una comunità di esperienze e di proposte formative rivolte agli studenti, ai giovani, ai lavoratori e ai pensionati. Il progetto si svolge nel corso dell’intero anno, nelle scuole e nei territori della Lombardia ed ha nel viaggio a Cracovia ed Auschwitz il momento più significativo sul piano della conoscenza e delle emozioni. Una delle peculiarità del progetto è l’aver scelto come mezzo di trasporto il treno, ripercorrendo il tragico tragitto delle vittime della deportazione e come atto di memoria, trasformando il treno in un vero e proprio «laboratorio itinerante» di storie e di memorie a confronto e di scambio intergenerazionale.

Anche quest’anno, numerosi i partecipanti al progetto In Treno per la memoria – Auschwitz 2015 (dal 19 al 23 marzo 2015). Quattro gli 4 Istituti del nostro territorio che parteciperanno all’iniziativa:

  • il Liceo Manzoni di Lecco
  • l’ Istituto Badoni di Lecco
  • l’Istituto Viganò di Merate
  • l’Istituto Greppi di Monticello Brianza
Ogni Istituto parteciperà con 7 studenti e 1 docente accompagnatore. Oltre agli studenti e ai docenti degli Istituti lecchesi al Viaggio in Treno per la memoria  parteciperanno lavoratori, giovani delegati e pensionati di Cgil e Cisl di Lecco.
Il 27 gennaio, presso lo SPAZIOARTE a Sesto San Giovanni, si è tenuto  il primo momento collettivo di partecipazione e formazione per i partecipanti. La giornata seminariale rivolta agli studenti e agli insegnanti che partecipano all’iniziativa del treno della memoria, ha seguito il seguente programma:
– Presiede Dario Pirovano Vicepresidente Comitato In Treno per la memoria
– Saluto della Città di Sesto San Giovanni
– Introduce: Roberto Benaglia Segreteria CISL Lombardia
– Antonio Pizzinato Presidente onorario ANPI Lombardia – Il ruolo dei lavoratori nelle lotte di riconquista della libertà
– Raffaele Mantegazza Docente Università Statale Di Milano Bicocca – “Questa volta dentro siamo noi”. Un viaggio (attra)verso Auschwitz
– Patrizia Cocchi Preside dell’IISS Carlo Emilio Gadda di Paderno Dugnano – “Insegnare la Shoah: la memoria e l’agire presente”
– Domande e risposte
– Testimonianze filmate

L’idea fondante dell’intero progetto è quella di comporre un sistema di rete tra tutti i partecipanti e dei partecipanti con il territorio, attraverso una fase di preparazione del viaggio con lavori di costruzione della memoria, nelle scuole e nelle città, e di comunicazione delle esperienze che il viaggio permetterà di vivere, ritornando nelle scuole e nelle città, coinvolgendo studenti e cittadini con iniziative che parlano del proprio vissuto.

Noi crediamo che In Treno per la memoria sia un’occasioni di coesione sociale nell’intento di costruire una società migliore, anche attraverso la ritualità della commemorazione, ma soprattutto attraverso l’azione di ognuno affinché i cittadini d’Europa non si sentano spettatori di una storia confezionata ma attori di un destino comune che ha anche radici nella tragica esperienza  di Auschwitz. In questo senso il Comitato Regionale conferma l’impegno, sulla scorta della attività concreta già realizzata attraverso il coordinamento dei sindacati regionali delle aree definite “quattro motori” (Lombardia, Rhone Alpe, Catalogna, e Baden Wuttemberg), affinché si consolidino le basi per il coinvolgimento e l’apporto internazionale nel progetto del “treno per la memoria”.

In questo senso, rappresentano un valore consolidato la partecipazione delle delegazioni degli studenti provenienti dalla Francia, curata dalle organizzazioni sindacali del Rhône-Alpes, e dalla Croazia, curata dall’associazione antifascista UADA di Opatija. Inoltre, il Comitato intende sviluppare un rapporto con le realtà scolastiche polacche attraverso la collaborazione con le organizzazioni sindacali della Polonia.

Comitato In Treno per la Memoria

Auschwitz 2015 19 – 23 marzo 2015 www.intrenoperlamemoria.it

.

Scarica il programma In Treno per la memoria Auschwitz 2015, 19 – 23 marzo 2015 e la Locandina iniziativa del 27 gennaio 2015

.

Per informazioni sull’iniziativa e sulla partecipazione da Lecco:  tel. 0341-488222

 

News e iniziative Cgil Lecco

 

| | |
Iniziative - Ultime iniziative pubblicate