stampa | chiudi
Ulteriori aumenti delle tariffe del trasporto pubblico locale: 20 luglio 2011, volantinaggio alla Stazione di Lecco per spiegare agli utenti perché Cgil e Filt Lombardia e Camera del Lavoro e Filt Cgil Lecco dicono fermamente NO!!
La Filt Federazione Italiana Lavoratori dei Trasporti e la Camera del Lavoro di Lecco  organizzano per mercoledì'  20 luglio 2011 dalle ore 7 alle ore 10  alla Stazione di Lecco, un volantinaggio per dare maggiori  informazioni ai cittadini relativamente al secondo aumento delle tariffe sul trasporto pubblico locale. E’ previsto, infatti, che la Regione Lombardia, applichi un ulteriore aumento del 10% per il mese di agosto. La Cgil Lombardia e la Filt Lombardia hanno contestato immediatamente l’aumento ribadendo che il finanziamento del trasporto pubblico locale dovrebbe avvenire utilizzando delle risorse pubbliche e non mettendo sempre le mani in tasca ai pendolari e agli utenti. Il primo aumento del 10% è già stato fatto nel mese di febbraio di quest’anno; questa seconda tranche dovrebbe essere legata al raggiungimento di alcuni obiettivi qualitativi che, peraltro, non sono assolutamente verificabili. Agli aumenti, inoltre, non corrisponde né un miglioramento dei servizi offerti né l’incremento delle infrastrutture. Al contrario, in questi mesi abbiamo assistito alla chiusura di intere linee su gomma  nei giorni festivi anche sul territorio della provincia di Lecco. Alla Regione chiediamo un effettivo miglioramento della qualità, l’integrazione dei servizi e delle tariffe sia per l’area regionale che provinciale. Chiediamo, inoltre, che la Regione  si assuma l’impegno di fornire i dati al Tavolo Regionale del trasporto Pubblico Locale prima dell’applicazione dell’aumento tariffario, infatti, non ha fornito i dati di introito da tariffe dopo il primo aumento, che potrebbero aver già coperto gli 82 milioni di Euro di tagli che il Governo ha scaricato colpevolmente sulle Regioni e su gli Enti Locali. La nuova manovra da 70 Miliardi, approvata in questi giorni, è valutata dalla CGIL molto negativamente,  è ipocrita perché scarica il peso sulla prossima legislatura e perché non è stata discussa con le parti sociali, è inefficace perché ha un carattere recessivo e sbagliato e  non prevede nulla a sostegno della ripresa e dell'occupazione, iniqua perché pagano i soliti noti, lavoratori, pensionati e fasce deboli , e perché  prevede ulteriori pesanti tagli a Regioni ed Enti locali che si tradurranno in  meno servizi e un ulteriore aumenti delle tariffe.   Scarica il volantino Vedi news e iniziative Cgil di Lecco