Diffide al Ministero per i ritardi nelle cittadinanze

28.11.2014

Diffide al Ministero per i ritardi nelle cittadinanze

La legge prevede che dopo 10 anni di residenza in Italia, le persone provenienti da paesi extra UE, possono chiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana.
.
La medesima norma prevede che il procedimento, piuttosto complesso debba concludersi entro il termine di 2 anni. Nella realtà, la scadenza viene spesso abbondantemente superata.
.
La class action avviata a suo tempo dalla CGIL, nonostante la sentenza favorevole, non ha prodotto risultati. INCA e CGIL nazionale si sono nuovamente attivati con il Ministero dell’interno per esigere gli snellimenti procedurali necessari al rispetto dei termini.
.
Nel frattempo tutti coloro che hanno superato i due anni di attesa possono rivolgersi alla nostre sedi per inoltrare una diffida al Ministero.
.
News iniziative Cgil Lecco
| | |
Ufficio immigrazione IT - Ultime notizie pubblicate