Le federazioni di Categoria > FLC Lavoratori della Conoscenza > news

Flc, proposte per il rinnovo del contratto nel settore scuola

10.10.2017

Il 4 ottobre 2017 presso il Centro Congressi Frentani a Roma si sono riuniti in assemblea nazionale FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal per discutere i punti fondanti per il rinnovo del contratto nel settore scuola 2016-2018.

Alla base della discussione il documento predisposto unitariamente dalle segreterie nazionali Per la qualità dell’offerta formativa, per la partecipazione, la tutela e lo sviluppo professionale del personale scolastico.

L’assemblea è stata aperta dagli interventi delle delegate e dei delegati, docenti e ATA provenienti da scuole di diverse province, che hanno riportato la profonda sofferenza in questi anni nei luoghi di lavoro, dai problemi legati all’emergenza salariale degli stipendi bloccati da ormai 10 anni, all’inadeguatezza della parte normativa che oggi in molti punti non è più esigibile e deve essere rinnovata adeguandola alla complessità che vive oggi la scuola, ma soprattutto alla necessità, definita dall’intesa del 30 novembre 2016, di restituire al contratto di primo e di secondo livello la definizione dell’organizzazione del lavoro.

La discussione ha evidenziato il ruolo fondamentale delle organizzazioni sindacali che hanno permesso, attraverso anni di mobilitazione, la riapertura del tavolo contrattuale: in questi anni di mancato rinnovo e di interventi invasivi della legge (da ultimo la legge 107/15) sono stati toccati soprattutto i diritti salariali, la democrazia, la collegialità e la partecipazione delle varie componenti alle decisioni organizzative.

Le richieste più ricorrenti hanno riguardato:

  • il recupero salariale che allinei definitivamente le nostre retribuzioni a quelle della media europea;
  • il recupero delle materie contrattuali sottratte dalle leggi Brunetta e dalla legge 107/15;
  • il riconoscimento della professionalità docente, ATA e degli educatori attraverso risorse aggiuntive oltre gli 85 euro stabiliti dall’accordo di Palazzo Vidoni;
  • la parità di trattamento per precari e personale a tempo indeterminato, secondo principi di equità ed inclusione.

C’è una questione di dignità di un milione di lavoratori (docenti, ATA, educatori e dirigenti) che è necessario riaffermare attraverso l’unico strumento possibile di tutela collettiva, il contratto nazionale di lavoro.

La mattinata si è conclusa con gli interventi dei segretari generali nazionali, che hanno ribadito l’impegno pieno delle organizzazioni sindacali e lo spirito unitario nel portare avanti le rivendicazioni contenute nel documento unitario, punto di partenza per il confronto con la base: per ultimo ha parlato Francesco Sinopoli, del quale è possibile vedere l’intervento sulla nostra fanpage di Facebook.

L’assemblea ha assunto infine un ordine del giorno che riassume i lavori della mattinata ed integra il documento unitario con le linee guida per il rinnovo del contratto.

Qui maggiori informazioni

 

 

| | |
FLC Lavoratori della Conoscenza - Ultime notizie pubblicate