stampa | chiudi
Referendum, iniziati gli incontri con i delegati. Gli eventi di Fiom, Filcams, Filctem e Slc
La campagna referendaria è appena iniziata, ma le federazioni lecchesi hanno già iniziato a tenere incontri con delegati della Cgil per parlare anche della consultazione popolare. L'attivo della Fiom è stato il più partecipato, con oltre 250 iscritti che si sono riuniti in tre momenti, a Lecco, Oggiono e Merate. "Abbiamo spiegato loro il percorso iniziato con la raccolta firme - spiega il segretario generale Diego Riva -. Non c'è più il quesito sull'articolo 18, è vero, ma rimangono gli altri due, su voucher e appalti. La risposta dei delegati è stata positiva, hanno capito che si gioca una partita importante per il sindacato, ma soprattutto per il mondo del lavoro". fiom-selfie-con2si Molto partecipato, in proporzione agli iscritti, è stato anche l'attivo di Filctem e Slc. "Abbiamo passato una mattinata di formazione - afferma il segretario generale Filctem Nicola Cesana - condividendo con i delegati un percorso dove abbiamo spiegato i quesiti del referendum dal punto di vista giuridico e legale. Ora lavoriamo tutti insieme per far conoscere la consultazione a tutti i lavoratori. Fortunatamente ho visto gli iscritti interessati al tema, tra loro c'è condivisione degli obiettivi in vista del voto". filctem-slc-selfie-con2si Anche i delegati di Filcams si sono trovati settimana scorsa per parlare del referendum nel corso del direttivo. "Dopo il flash mob organizzato lo scorso 5 gennaio in centro Lecco c'è molto più interesse verso le dinamiche di comunicazione da parte dei lavoratori della nostra categoria - sottolinea il segretario generale Francesca Seghezzi -. Abbiamo discusso riguardo al referendum e, sicuramente, prepareremo iniziative per far conoscere sempre di più la consultazione, molto importante soprattutto nel nostro settore". filcams-con-2-si-direttivo