Servizi > Patronato INCA > news

Settima salvaguardia: entro il 1° marzo vanno presentate le domande

28.01.2016

La settima salvaguardia è una misura contenuta nella legge di stabilita’ 2016 (Legge 208/2015), che interviene consentendo di derogare dai requisiti previdenziali introdotti dalla legge Fornero. Sarà pertanto possibile per 26.300 lavoratori, che si riconoscono in determinati requisiti di tutela, mantenere in via eccezionale le regole di pensionamento in vigore PRIMA della Legge Fornero (che oggi richiede 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, indipendentemente dall’età anagrafica, per la pensione anticipata oppure 66 anni e 7 mesi per la pensione di vecchiaia).

Il provvedimento sostanzialmente ricalca la sesta salvaguardia (L. 147/2014) dalla quale si differenzia per lo spostamento dal 6 gennaio 2016 al 6 gennaio 2017 del termine per maturare la decorrenza della prestazione pensionistica, e per l’inclusione dei lavoratori titolari del trattamento edile e dei lavoratori provenienti da aziende cessate o interessate dall’attivazione delle vigenti procedure concorsuali come ad esempio fallimento e concordato preventivo.

Ci sono anche alcune restrizioni rispetto alla precedente salvaguardia: non potranno essere salvaguardati i lavoratori che nel 2011 hanno fruito dei permessi di cui alla legge 104/1992 nè gli agricoli o gli stagionali che nel 2011 avevano concluso il rapporto di lavoro a tempo determinato.

Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 1° marzo 2016. Si può verificare se si ha la possibilità di presentare la domanda scaricando il riepilogo dei requisiti settima salvaguardia. In caso di dubbio o comunque per far controllare la propria posizione si consiglia di rivolgersi alle sedi del Patronatio Inca.

scarica qui la Circolare INPS 1-2016 sulla settima salvaguardia.

| | |
Patronato INCA - Ultime notizie pubblicate