stampa | chiudi
Vendita Fiocchi munizioni. Fiom: "C'è cauto ottimismo"
C'è cauto ottimismo tra i lavoratori della Fiocchi munizioni. Nel pomeriggio di venerdì le organizzazioni sindacali hanno incontrato Stefano Fiocchi e la dirigenza della azienda di Lecco, al centro di una trattativa di vendita con un fondo legato alla famiglia Montezemolo. "Ci è stato assicurato che l'attuale proprietà, ovvero la holding Giulio Fiocchi, rimarrà con il 40% delle quote, mentre il Fondo Charme Capital Partners SGR deterrà il restante 60% - spiega Mauro Castelli di Fiom Cgil -. Ci è stato assicurato che non c'è alcuna intenzione di spostare la produzione o di licenziare i lavoratori. In ogni caso la trattativa si concluderà entro fine anno e ci verrà data una risposta". Sono 674 i dipendenti dell'azienda di via Santa Barbara, di cui 140 a tempo determinato che scadranno a dicembre.