News Generale > news

Voucher, oltre un milione a Lecco nel 2016. Pirelli: “Quasi metà nei settori produttivi”

17.02.2017

voucher-inps

Sono ben 1.200.932 i voucher utilizzati nel Lecchese secondo uno studio realizzato dalla Cgil Lombardia. Un dato che fa riflettere, soprattutto perché è in netta crescita anno dopo anno.

In provincia ben 3.998 ticket sono stati utilizzati nelle attività agricole, 226.177 nel settore del commercio, 56.485 nei lavori di giardinaggio e pulizia, 29.611 nei lavori domestici, 23.278 nei lavori per manifestazioni sportive e culturali. Nel turismo sono stati impiegati 129.919 voucher, mentre nei servizi 128.075, ma la parte del leone la fanno i settori produttivi come edilizia e manifatturiero, con 589.832 ticket.

“Anche a Lecco abbiamo la conferma che quasi la metà dei voucher viene utilizzata nei settori produttivi, come edilizia e manifatturiero, questo è inaccettabile – afferma il segretario generale della Camera del lavoro di Lecco Wolfango Pirelli –. I voucher non sono contratti e non devono prenderne il posto. Per questo come sindacato ne chiediamo l’abrogazione attraverso una consultazione popolare. Stanno rovinando il mondo del lavoro”.

Nel 2015, in tutta Italia, sono stati venduti 115.079.713 di voucher, circa 114 milioni in più rispetto al 2008. L’Inps segnala che l’età media dei lavoratori pagati a buoni lavoro è di 35 anni. Il lavoro accessorio quindi riguarda in primo luogo i giovani, ma non solo loro. Il maggior numero di voucher a livello nazionale è stato venduto in Lombardia. Nel 2015 erano 20.936.179, nel 2016 sono diventati 26.958.383 milioni.

La maggior parte è concentrata a Milano, Brescia, Bergamo e Varese, mentre Lecco è di poco inferiore a Como (un milione e 369mila) e Pavia (un milione e 121mila), ma superiore a Cremona, Lodi e Sondrio, tutti sotto al milione.

Qui la tabella delle province lombarde

 

 

 

 

| | |
News Generale - Ultime notizie pubblicate